Articoli

Liberi di essere liberi

Riguardo al GESTO CRIMINALE dei due soggetti che hanno gravemente ferito l’atleta di nuoto Manuel Bortuzzo

Sono  giorni che rifletto sulle parole proferite dal papà di Manuel, che in merito all’accaduto ha detto in un’intervista che il figlio “si è semplicemente trovato al posto sbagliato nel momento sbagliato”.

Pur comprendendo le parole del papà di Manuel, non mi sento di condividerle, perché in un “paese normale” ognuno di noi dovrebbe poter stare in ogni luogo pubblico, in qualsiasi tempo, senza dover temere improvvisamente di divenire vittima di un gesto così efferato..

Al riguardo, mi hanno confortato ed ho apprezzato le parole del Questore di Roma Guido Marino rilasciate in un’intervista al Tg2 delle ore 20.30 del 07/02/2019, che riporto testualmente qui di seguito:

non possiamo limitarci a dire che Manuel e la sua ragazza erano nel posto sbagliato al momento sbagliato, perché anche chi ha sparato era sicuramente nel posto sbagliato, perché il posto giusto era stare in galera visto che entrambi sono pluripregiudicati”.

Guarda il Video dell’intervista

Corso di aggiornamento professionale sulla Sicurezza Urbana

Presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Perugia, sito in via Alessandro Pascoli, n° 33 (PG), è stato organizzato un’importante iniziativa formativa a carattere gratuito sulla Sicurezza Urbana, promossa dalla Regione Umbria di concerto con il Dipartimento di Giurisprudenza e con il Forum Italiano Sicurezza Urbana. Il corso è rivolto a quanti, a vario titolo, in qualità di esponenti delle forze dell’ordine, della polizia locale, di enti locali, dell’ANCI, etc., siano interessati alle novità introdotte dai recenti decreti sicurezza, rispettivamente il “Decreto Minniti” e il “Decreto Salvini”, dei quali viene effettuata un’attenta disamina comparativa. Il corso si articola in tre moduli di dodici ore ciascuno, con il seguente programma:

  • Il 1° Modulo (13, 14 Dicembre 2018) si incentra sulle politiche di Sicurezza Urbana introdotte a seguito dei Decreti Minniti e Salvini. Il focus verte sul concetto di Sicurezza Urbana, sull’andamento della criminalità in Italia e sulle statistiche relative all’insicurezza percepita, sui riferimenti normativi in atto, nonché sulle politiche di prevenzione e di promozione della sicurezza integrata.
    Interverranno Fabio Paparelli (Vice Presidente della Giunta Regionale), Giovanni Marini (Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza), Stefano Anastasia (Università di Perugia), Gian Guido Nobili (Coordinatore FISU), Rossella Selmini (Università del Minnesota) e Alvise Sbraccia (Università di Bologna).
  • Il 2° Modulo (17, 18 Gennaio 2019) approfondisce le politiche dell’immigrazione e dell’asilo a seguito dei Decreti Minniti e Salvini, con particolare riguardo alle tematiche della protezione internazionale ed umanitaria, dell’acquisizione e revoca della cittadinanza, delle prestazioni sociali di cui possono usufruire gli stranieri e delle nuove norme in materia di trattenimento ed espulsione.
    Interverranno Francesco Di Pietro (ASGI di Perugia), Maria Chiara Locchi (Università di Perugia), Monia Giovannetti (Cittalia), Antonello Cervo (Foro di Roma) e Silvia Angeletti (Università di Perugia).
  • ll 3° Modulo (31 Gennaio, 1 Febbraio 2019) tratta della progettazione urbana in materia di Sicurezza Urbana, attraverso l’individuazione di metodi e strumenti innovativi quali il problem solving e il metodo S.A.R.A.
    Interverranno Luca Iubini (Responsabile servizio sicurezza urbana Comune di Brescia), Ivan Cecchini (Direttore Comune Bellaria Igea Marina), Rossella Selmini (Università del Minnesota) e Gian Guido Nobili (Coordinatore FISU).

Al termine del corso è previsto il rilascio di un attestato di partecipazione.
Per il programma dettagliato è opportuno consultare il sito www.fisu.it

FONTE: www.fisu.it

A Genova la III Edizione del Festival della Criminologia – Genova, 12 e 13 Gennaio 2019

Al via la III Edizione del Festival della Criminologia, organizzata dall’associazione “No Crime” in collaborazione con “Il Secolo XIX”. Quest’anno l’evento avrà come tematica principale quella dell’Odio e si svolgerà nei giorni di Sabato 12 e Domenica 13 Gennaio, all’interno dello storico Palazzo Ducale di Genova. Saranno affrontati vari aspetti e tematiche che tratteggiano le molteplici sfaccettature delle attività criminali, molte delle quali, a nostro giudizio, possono riflettersi anche su aspetti legati alla Sicurezza Urbana. L’odio, infatti, risulta essere il comune denominatore alle svariate forme del crimine, da quelle più antiche come il crimine mitologico a quelle più moderne come il cybercrime, passando per l’odio razziale e quello sessuale, che invece si dimostrano imperituri nella Storia. L’odio è, dunque, il “nocciolo” emotivo nascosto dietro ogni forma di intolleranza, che trova evidenti segni nei più efferati crimini, ma anche in qualsivoglia forma di devianza sociale. Dietro ogni atto violento, un furto, un atto vandalico c’è sempre la mano dell’odio che separa l’uomo dalla Società.

Tra i vari argomenti si parlerà di Crimini d’odio, Tra aggressività e violenza: confini e traumi relazionali, Mitologie del crimine, Odio online, Odio e perdono, Medicina legale, Quando l’amore affoga nell’odio, quando l’odio affoga nell’amore, Scena del crimine 3.0, (In)certezza della pena?, La difesa della razza, etc.

Come le scorse edizioni saranno numerose le personalità e gli esperti che interverranno, tra i tanti Alfredo Verde (criminologo, Università di Genova), Isabella Merzagora (Presidente Società Italiana Criminologia, Università di Milano), Fabio Veglia (Professore ordinario di Psicologia clinica presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino), Peppino Ortoleva (storico, editorialista Il Secolo XIX), Giovanni Ziccardi (giurista, scrittore, Università di Milano), Anna Masera (giornalista, garante dei lettori La Stampa), Ilaria Cavo (assessore regionale Cultura e pari opportunità), Domenico Quirico (giornalista, La Stampa), Roberto Scarcella (giornalista, Il Secolo XIX), Pablo Trincia (scrittore, redazione Le Iene Italia Uno), Alessia Rafanelli (scrittrice, redazione Le Iene Italia Uno), Vito Mancuso (teologo, saggista), Elena Nieddu (giornalista, Il Secolo XIX), Giuliano Galletta (artista e scrittore), Renzo Rosso (docente di ingegneria ambientale), Michele Marchesiello (giurista), Francesco Ferrari (giornalista, Il Secolo XIX), Matteo Indice (giornalista, La Stampa), Giovanni Mari (giornalista, Il Secolo XIX), Egle Possetti (presidente Comitato vittime Ponte Morandi), Franco Ravera (presidente Comitato sfollati Ponte Morandi), Francesco De Stefano (direttore dipartimento Scienze della salute, Università di Genova), Francesco Ventura (patologo forense, Università di Genova), Carlo Rosso (psichiatra, Università di Torino), Bruno Morchio (scrittore), Francesco Cozzi (Procuratore capo di Genova), Marco Calì (Polizia, capo squadra mobile di Genova), Alberto Tersigni (Carabinieri, comandante reparto operativo di Genova), Davide Balbi (Dirigente presso la Polizia Scientifica di Stato di Genova), Tommaso Fregatti (giornalista, Il Secolo XIX), Guido Olimpio (giornalista), Marco Menduni (giornalista, Il Secolo XIX), Riccardo Crucioli (giudice tribunale di Genova), Rinaldo Romanelli (Unione camere penali di Genova), Maria Milano (direttrice casa circondariale Genova-Marassi), Stefano Padovano (criminologo, Università di Genova), Marco Grasso (giornalista, Il Secolo XIX), Gad Lerner (giornalista, conduttore televisivo) e Andrea Castanini (vicedirettore Il Secolo XIX).

Il via all’apertura dell’evento avverrà alle ore 9.00 di Sabato 12 Gennaio 2019 e prevede gli interventi di Luca Ubaldeschi (direttore Il Secolo XIX), Angelo Zappalà (direttore Festival della Criminologia).

Il programma completo è consultabile su www.festivaldellacriminologia.it

FONTE: www.festivaldellacriminologia.it